X Factor 2 Day time, 6 aprile 2009: le prove per la semifinale ed il balletto di Mara per il video di All shook up!

di Azzurra Lorenzini 1

Noemi torna a casa e si ricongiunge ai familiari, tutti entusiasti del percorso della cantante all’interno del talent. Il padre ammette che la ragazza non ha mai cantato in italiano, prima di entrare ad X Factor e solo adesso la ritiene una musicista completa. Noemi si esibisce in un concerto a Ostia.

I quattro semifinalisti sono, invece, impegnati con le prove. Jury è stanco e non ha molta voce (a causa del concerto tenutosi a Brescia); non ha, quindi, provato molto i brani assegnatigli. Daniele, invece, ascolta con attenzione le idee di Simona riguardo ai suoi brani (Killing me softly ed Estate).

I The Bastard provano All shook up e Mara e Gaudi sono entusiasti per il lavoro del gruppo che, così giovane, ha già raggiunto un alto grado di professionalità. Michele, per la prima volta, commenta le prove in confessionale.

Matteo è, anch’egli, in sala prove. Morgan contesta la base troppo da Karaoke di Caruso e consiglia, inoltre, al cantante di cantare Stairway to heaven oltre la fine della base, per far sì che la sua voce risuoni nel vuoto!

Mara Maionchi si appresta a girare un divertentissimo video per All shook up; la discografica, col suo humor ed il suo carisma, si rivela un’eccellente ballerina e anche Tommasini è soddisfatto del risultato finale!

Paola Galassi incontra oggi Juri e Daniele. Juri, secondo l’insegnante, ha goduto di un successo repentino che l’ha, però, portato poi a sedersi sugli allori; il cantante è d’accordo ed ha compreso dalle difficoltà delle ultime settimane che deve dare tutto sè stesso sempre. Daniele, invece, a detta di Paola, deve comprendere che il talento non basta ed essere, quindi, disposto a mettere in gioco altro di sè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>