Milo Coretti risponde a Raffaella Fico: io pago però tu ti fai filmare!

di Diego Odello Commenta

Milo Coretti, coglie la palla al balzo per farsi pubblicità e risponde provocatoriamente a Raffaella Fico, che aveva messo all’asta la sua verginità per un milione di euro. Il vincitore del Grande Fratello 7, in un’intervista a Visto, dice:

Metto sul banco l’intero montepremi che ho guadagnato con il primo posto al Grande Fratello e in più ho due sponsor che mi offrono i 500 mila euro mancanti, ma Raffaella Fico si deve far riprendere mentre fa sesso con me. Visto che nel terzo millennio si mercifica tutto, non credo che possa rifiutare questa offerta

Nell’intervista, rilasciata da un altro recluso della casa, al GF6, Andrea Spadoni, Milo affonda il colpo, prima dicendo:

Se la ragazza vuole davvero il gioco duro, lo faccio anch’io. Se si lasciano passare questi messaggi, sembra che nella società di oggi, per avere successo, bisogna partecipare al Grande Fratello o all’Isola dei famosi o avere un milione di euro in banca…

poi aggiunge:

E’ stata una mossa per far parlare di sé. Si sarà venduta l’esclusiva in cambio di pochi soldi e ospitate in televisione. Raffaella ha 20 anni e vuole fare carriera ma probabilmente dietro ha qualcuno che la consiglia male…

e conclude con una provocazione:

Non credo proprio che Raffaella sia vergine… Comunque, se è soltanto una sfida io sono qua, la mia proposta l’ho fatta

Caro Milo, sono tutte bellissime e condivisibilissime parole, che dimostrano la tua intelligenza, ma rilasciare un’intervista simile, non è forse cercare di sfruttare di rimbalzo la piazzata di Raffaella? Come mai non hai dichiarato nulla di simile sulle proposte precedenti a quella della Fico, che ci sono state dalle altre parti del mondo? Forse perché non avresti avuto la stessa attenzione da parte dei media?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>