Academy altre informazioni sul talent show di Raidue

di Diego Odello Commenta

Qualche giorno fa vi avevo dato delle anticipazioni, con tanto di video, su Academy il nuovo talent show di Raidue. Oggi, grazie ad un articolo apparso su Il giornale, posso puntualizzare alcuni aspetti. Prima, però, vediamo cosa ha dichiarato Lucilla Agosti (fonte Libero) riguardo il programma:

Sono molto felice di condurre Academy: è un progetto molto stimolante che mi permette di cimentarmi con un nuovo genere, relazionandomi con i giovani. Ho una vera passione per la danza, anche se non l’ho mai studiata, ma il teatro mi ha aiutato ad avere un buon rapporto con il mio corpo.

Riassumiamo brevemente le notizie che conosciamo (più o meno le stesse che vi ho già detto):

Le prime 10 puntate (dal 13 al 25 aprile) saranno dedicate ai provini, poi da sabato 25 entreranno nella scuola.

Dopo 43 puntate e 7 speciali del sabato, si svolgerà lunedì 8 giugno, in prima serata, la finale.

Il format di riferimento è lo svedese Floor Filler ripreso successivamente da Fama, a Bailar.

I 20 concorrenti avranno tra i 18 e i 24 anni e saranno scelti tramite provino e tramite segnalazione da parte di scuole di ballo (Accademia della Scala, Balletto di Toscana, Scuola danza Torino, Ials di Roma, Mara Fusco di Napoli).

Il palco di Academy sarà allestito negli studi Rai milanesi di via Mecenate: 200 metri quadri di legno chiaro ospiteranno guest star e compagnie di balletto.

Il meccanismo dell’eliminazione sarà quello del tutti contro tutti (!?).

La commissione, formata da quattro esperti e un preside (figura televisiva, ma non da cronaca rosa) assegnerà benefici e punizioni, aiuterà i ragazzi e li interrogherà.

Il vincitore parteciperà ad uno stage prolugnato di altissimo livello.

Vi lascio ad un video di Floor Filler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>