La Fattoria 4, 19 Aprile: i contadini si ritrovano a lavorare in una fattoria italiana

di Redazione Commenta

I contadini tornano a Roma, ma non sanno di dover andare in un’altra fattoria.  Ciro e Milo si sono resi conto della situazione soltanto durante il viaggio in auto verso Castel Madama. I finalisti conoscono il nuovo proprietario della Fattoria italiana.

Arriva il messaggio della produzione, secondo cui l’avventura dei contadini non è finita qui. I concorrenti dovranno continuare a lavorare duramente fino a  questa Domenica, dove ci sarà l’ appuntamento finale con La Fattoria. Morena è dispiaciuta del fatto che non si trova in albergo a fare una bella doccia calda, nonostante  si ritrova in un luogo bellissimo, ma sente la mancanza dei piccoli gesti.

Milo è dispiaciuto per non aver portato neanche un presente al proprietario della fattoria. Li raggiunge (facendo un altro viaggio) l’ultimo finalista Guillaume, distrutto per le 24 ore di viaggio in aereo. I ragazzi sono molto stanchi   e innervositi dalla scomodità della fattoria.

Marco si augura di poter fare una doccia come si deve. Tutti i contadini si lamentano per non aver avuto l’opportunità di aver potuto lavarsi a causa della mancanza dell’acqua calda. Il proprietario mette a disposizione a propria vasca con l’acqua calda, e dopo alcuni tentennamenti, i contadini accettano. Iniziano i lavori all’interno della nuova fattoria, ma stavolta i contadini sembrano essere più spensierati in virtù della fine del programma.

Ciro è contento del fatto che è rimasto unito fino alla fine con Milo e Marco. Guillaume sostiene che vincerà colui che sarà piaciuto di più alla gente. Marco non sopportava i reality, ma adesso sostiene che ciascuno dovrebbe averlo fatto almeno una volta nella vita per conoscere meglio sè stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>