La Pupa e il Secchione 2010, conferenza stampa

di Sebastiano Cascone 5

 Dopo aver conosciuto i 14 nuovi concorrenti della seconda edizione de La Pupa ed il Secchione, seguiamo in diretta la conferenza stampa di presentazione direttamente dal Palastudio di Cinecittà in Roma. Presenti: i due conduttori Enrico Papi e la new entry Paola Barale, il direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi, il patron di Endemol Italia Paolo Bassetti e Simona Ercolani. C’è ancora qualche minuto di attesa…

Si comincia: viene mostrato un filmato che ricorda l’appuntamento domenicale con il reality di Italia 1, in cui compaiono i secchioni Federico Bianco, Valerio De Camillis e le pupe Elena Morali, Flo, Francesca, Pasqualina Sanna (Lina), Monica Ricchetti.

Viene mostrato un filmato in anteprima della puntata che andrà in onda domani, che è stata registrata ieri: Paola Barale veste un abito nero; le pupe entrano con un sottofondo musicale, mentre i secchioni in silenzio; corso di filosofia sulla massima di Socrate:”La vera saggezza sta in colui che sa di non sapere!“; le pupe leggeranno dei classici della letteratura.

Nel corso della puntata tornerà l’amatissimo Zucca quiz, sempre nella stessa modalità: le Pupe risponderanno a casaccio e balleranno sul tavolo.

Luca Tiraboschi spiega che sono passati quattro anni dalla prima edizione del programma per motivi di budget e per difficoltà nella selezione dei secchioni.

Paolo Bassetti è contento di riproporre uno show che ha avuto tanto successo. L’obiettivo è quello di far divertire con uno show comedy con componenti reality.

Parlando dei secchioni si scopre che saranno alle prese con prove in cui saranno obbligati a superarsi. Loro vivranno insieme alle Pupe in una casa (con nuovi ambienti come il laboratorio scientifico, la palestra, la biblioteca, il centro estetico) ripresi 24 ore su 24 da telecamere ad alta definizione, ma a differenza del GF, saranno messi alla prova per migliorarsi.

Paolo Bassetti dà il benvenuto a Paola Barale, ma prima ringrazia Federica Panicucci per il lavoro svolto nella scorsa edizione e ribadisce che Enrico Papi è una conferma. Il patron della Endemol in seguito parla di programma di qualità giovane e per niente trash, che propone intrattenimento senza esagerare.

Simona Ercolani fa sapere che La pupa e il secchione 2 è un programma faticoso a basso costo, che le pupe (il cui casting è stato difficile perché non c’erano tante pupe autentiche) verranno trattate come studentesse e che Paola Barale avrà un ruolo diverso dalla Panicucci, visto il suo diverso stile di conduzione.

Paola Barale, corteggiata tantissimo da Luca Tiraboschi, ha accettato sapendo il suo ruolo nello show e dopo aver visto i dvd delle puntate della precedente edizione. La conduttrice ha ringraziato Federica Panicucci e ha confermato che con Enrico Papi, c’è un feeling tale, che sembra che non si siano mai separati. La Barale ha accettato l’avventura de La pupa e il secchione Il ritorno perché aveva voglia di fare televisione e questa volta si è sentita voluta e ascoltata… il programma è uno spettacolo, perché nessuno nella vita reale vuole essere solo una pupa o un secchione. Lo show è spudoratamente provocatorio.

Enrico Papi, che è stato voluto fortemente da Italia 1, visto che è perfetto per la linea editoriale della rete, ha detto che si divertirà a condurre il programma. Il presentatore è convinto che i secchioni accettino di partecipare per curiosità e per voglia di esplorare nuovi mondi (nota di Gossip: Laura Albertin e Giuseppe Congedo stanno ancora insieme e vivono a Trento).

Capitolo giurati. Oltre a Vittorio Sgarbi, presidente di giuria, Platinette (in versione Marylin Monroe) e ad Alba Parietti, ci saranno anche Angela Sozio (ex GF3, scelta perché si sta impegnando al giornalismo e alla politica ed è dimostrazione del cambiamento dei tempi) e Claudio Sabelli Fioretti.

Curiosità: non è stato possibile fare Il pupo e la secchiona per la chiusura mentale delle donne e della società, visto che la figura femminile è notata per la sua bellezza, mentre l’intelligenza è un accessorio.

C’è una polemica: la ignoranza delle pupe è reale, anche se hanno il diploma? Silvia Abate della prima edizione del reality, dopo aver partecipato al programma si è laureta a San Marino. Probabilmente ci sono troppi pregiudizi sulle donne.

Viene svelato un particolare: in cima alle postazioni bocca dove siedono i concorrenti, c’è un forziere segreto…

Nel corso della conferenza stampa c’è tempo anche per un ricordo di Raimondo Vianello fatto da Paola Barale che ha lavorato con lui in Cascina Vianello: la conduttrice lo ricorda come gentiluomo, ironico, galante, dissacrante, professionista, rispettoso delle donne, innamorato di Sandra Mondaini.

Riepiloghiamo i concorrenti

Pupe
Elena Morali, modella
Francesca Lukasik, playmate
Ludovica Leoni, assistente di volo
Maria Teresa Lombardo, animatrice
Florina Marincea (Flo), stilista
Monica Ricchetti, ragazza immagine
Pasqualina Sanna (Lina), fotomodella

Secchioni
Andrea Corteggi, industrial designer
Fulvio De Giovanni, software engineer
Luca Garagozzo, consulente ambientale
Luca Tassinari, studente alla normale di pisa
Roberto Cavazzoni, ricercatore elettronico e inventore
Federico Bianco, studente
Valerio De Camillis, programmatore

Gli appuntamenti: andranno in onda otto puntate domenicali alle 21.25; dal 28 aprile alle 14.05 comincerà anche il daytime (da lunedì a venerdì); il mercoledì, in seconda serata, ci sarà La pupa hot.

Commenti (5)

  1. Ecco il gruppo ufficiale dei fan di Valerio:
    http://www.facebook.com/group.php?v=wall&ref=mf&gid=117878681561905

    Correte a iscrivervi per supportarlo.

  2. @ Roberto:
    Grazie, aspettiamo di vederlo all’opera.
    Fra oggi e domani facciamo la scheda di Valerio e linkiamo al tuo gruppo FB allora!
    Ciao!

  3. @ Marta:
    grazie della segnalazione. Più tardi segnaliamo la pagina di facebook che ci hai indicato. Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>