Grande Fratello 11, Ilaria Natali a Mondoreality: “Spero che venga apprezzata la mia persona, la mia serietà, la mia coerenza e la mia semplicità”

di Redazione 1

Ospite di Mondoreality è Ilaria Natali, ultima eliminata dal GF11.

Chi è il più falso?

Guendalina?

Un po’ scontata come risposta

No, veramente. Ma sai perché ti dico questo? Perché comunque, effettivamente, lì dentro sono stata poco per esprimere un giudizio, così, sulle persone. Non ho avuto modo di conoscerle a fondo, e loro di conoscere me, al di la della storia con Pietro. Non c’è stata una conoscenza per cui ti possa dire una cosa del genere. La più palese è lei, per me.

 

Non è che ti sei pentita di essere entrata nella casa?

No, assolutamente. Non mi sono mai pentita, né di essere entrata né di aver agito come ho agito.

Dici che nessuno ti ha capita…

Ma quella è la cosa che mi dispiace. Nessuno da fuori ha capito il mio comportamento, ma non per questo dico “era meglio se non entravo”, assolutamente. Penso il fatto di essere entrata e di essermi comportata così, a modo mio ho fatto valere le mie idee, non mi sono piegata al sistema e a quello che volevano, quindi chi mi dice che non ho personalità… non la penso così. Penso che ci voglia più personalità a non piegarsi, piuttosto che a piegarsi.

Non è che gli autori, in qualche modo, ti abbiano utilizzata magari per rendere il clima della casa un po’ più “caldo”, diciamo così…

Loro, come tutti, si aspettavano da me una reazione che poteva creare scompiglio. Però, ripeto, non l’ho fatto. Più che il sistema è la situazione, tutto volevano da me che facessi qualcosa…

Che reagissi in malo modo

Si, si. Tutti volevano questo da me. Siccome ho dei sentimenti che voglio portare avanti, più che sentivo che il tutto voleva mettermi contro di lui, più per me veniva di fare la cosa opposta per riprendere quello che volevo.

Hai dichiarato di essere sempre stata fidanzata, non è che hai paura di restare sola? È per questo che non hai reagito?

No, penso che sia il mio modo di essere. O non mi avvicino più di tanto alle persone, e faccio la mia vita, sto da sola, ma nel momento in cui trovo una persona mi viene naturale di instaurare in tipo di rapporto che vada un po’ oltre.

Quando i ragazzi dovevano scegliere se farti rimanere in casa o mandare via, la stragrande maggioranza ha votato per farti rimanere. Quando si è trattato di nomination la stragrande maggioranza ti voleva fuori dalla casa. È un comportamento molto coerente.

È un discorso diverso. Quando è stato chiesto se volevo rimanere non comprometteva comunque la permanenza in casa di nessun altro, quindi perché farmi uscire, una volta che ero entrata. Una volta che sono stata messa in nomination, penso che non sia stata messa in nomination con delle persone messe a caso. Erano tutte persone che, prima di tutto, erano lì dentro dall’inizio, quindi già questo sia il pubblico sia la gente in casa era affezionata a quelle persone. In più erano persone che lì dentro non nutrono antipatia, sono persone abbastanza neutrali: Rosa, Francesca, sono persone che non si esprimono molto nelle discussioni, quindi non hanno persone contro. Magari una nomination con una Angelica, un David o un Davide, probabilmente i voti si sarebbero leggermente dispersi.

Perché ti sei incazzata più per un bagnoschiuma che per le pomiciate di Pietro?

Le due cose non sono assolutamente legate. Nel senso che, il fatto che ci sia stata una discussione con lei, avrei reagito uguale con lei o con qualcun’altra persona. Semplicemente perché è il principio per cui discutevo che non mi tornava, non la persona con cui discutevo. Se hai sbagliato devi ammettere il tuo errore, non rigirare la frittata e fare finta di niente e farmi passare da scema, che sia Guendalina che sia Margherita, che sia chiunque altro. Sicuramente questo è un altro appiglio che la gente usa per criticarmi, se mi volevo incazzare con lei mi incazzavo per Pietro non mi incazzavo per un bagnoschiuma.

In futuro cosa ti piacerebbe fare?

Non mi sono mia affacciata a questo mondo, di conseguenza so di non avere capacità di niente. Una volta che sono entrata in questo ambiente, spero che venga apprezzata la mia persona, la mia serietà, la mia coerenza e la mia semplicità. Spero che trovi delle offerte che valuterò, in qualsiasi modo. Tutto quello che viene da questa esperienza cercherò di usarlo al meglio per riuscire ad avere qualche sbocco lavorativo.

Faresti la valletta?

Ad oggi potrei fare tutto e niente, dipende in che modo mi viene proposto, quali sono le alternative. Non dico mai “mai”, non dico mai no o sempre. Valuto. Tutto è possibile.

Sulla tua pagina ufficiale di Facebook un utente, in merito alla tua eliminazione, ha scritto: “resta il dispiacere di non aver realizzato il suo sogno”. Il tuo sogno non era riprenderti Pietro, oppure era quello di vincere il GF?

Io non ho mai detto che il mio sogno era quello di vincere il Grande Fratello, e tanto meno di entrare al Grande Fratello. Il mio sogno è tutt’altro. Il mio sogno è avere una persona vicina, crearmi una famiglia, una vita normale. Secondo il mio sogno, ho realizzato una parte di quello che volevo. Non ho mai detto di voler entrare lì dentro e vincere. Se volevo entrare lì dentro e vincere, almeno provavo a giocare. Invece, per come sono fatta io, non ho giocato per niente. Ti dirò di più: oggi, vedendo quello che c’è lì dentro, la falsità, l’ipocrisia e il fatto che non siano persone… io sono una persona che tiene ai legami e alle cose vere e, lì dentro di vero non c’è niente.  Quindi ti dico che, per come sono fatta io, son contenta di non essere ancora lì dentro. Sono contenta di essere uscita in questo modo, capito? Perché avevo una storia, perché se io ero entrata da Ilaria da sola, allora mi mettevo in discussione io come persona. Non è mai stato fondamentalmente così. Non sono stata mai vista come Ilaria. E anche il fatto che io volevo in tutti i modi cercare di non reagire alle provocazioni, era perché io volevo tappare ‘sta cosa e andare oltre, far vedere cosa ero io al di la di Pietro. Cosa che invece, con la nomination, non è stata possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>