Grande Fratello 2009, il punto a Questa Domenica del 29 Marzo 2009: Monica racconta la sua verità

di Redazione 2

In studio, a Questa Domenica, è presente Monica. La ragazza si aspettava la sua eliminazione, e pensa che all’interno della casa ci sia una coalizzione formata dalla finta amicizia di Gianluca, Alberto e Vittorio.

Tommaso pensa che Monica abbia vissuto in funzione di alcuni elementi della casa come Gianluca e Siria. La ragazza ha confermato di voler trovare alcuni  punti fermi, ma a differenza di Francesca, che ha illuso Ferdi, ha giocato a carte scoperte.

Interviene Floriana, facendo obiezioni sulla sincerità di Monica, colpevole di aver fatto credere a Siria di avere un interesse nei suoi confronti. Vengono mandati in onda i momenti più affettuosi tra Monica e Gianluca e soprattutto il momento in cui, l’imprenditore napoletano ha “voltato le spalle” a Monica.

Per Marco, Gianluca è totalmente incoerente. Floriana attacca Tommaso, che sostiene di essere entrato all’interno della casa per innalzare il livello culturale della casa. La vincitrice del Grande Fratello 3, pensa che sia meglio essere ignoranti, piuttosto che maleducati come lui e Federica. In studio, continua la lite tra Tommaso e Floriana, che lo accusa di averla minacciata dietro le quinte di  volerla menare.

Altro tema trattato è il rapporto tra Vanessa ed Alberto. Monica pensa che Alberto sia molto preso, ma a suo dire è stato un “gesto squallido” quello compiuto dai due di pomiciare sotto la doccia nonostante la presenza di Gerry. La ragazza è convinta anche che Siria sia una grande giocatrice  e lo ha dimostrando salvando Vittorio e non Gerry come noi tutti pensavamo. A prendere le difese di Siria interviene Marco, che reputa vera la ragazza ed il suo pentimento per non aver salvato Gerry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>