Masterchef Italia 2, Daiana: “Cracco fa tremare le gambe dalla paura. Barbieri è un mito”

di Redazione 2

Dopo la nona puntata di Masterchef Italia, Daiana ha dovuto lasciare la cucina e il grembiule con il suo nome, dopo il Pressure Test con Ivan. A Vanity Fair la casalinga di Follonica ha raccontato cosa le ha lasciato questa esperienza, oltre all’amicizia e al forte rapporto con Suien. Dietro le quinte pare giocasse a Canta tu con uno degli autori per scacciare quei pochi momenti di noia durante le riprese…

Così Daiana fa un bilancio dopo l’ultima puntata:

Di ricordi belli ce ne sono così tanti che non riesco nemmeno a scegliere. Brutti momenti? Quando mi sentivo isolata dagli altri compagni. A volte avevo l’impressione che i più giovani mi vedessero un po’ inadeguata perché troppo vecchia… Poi l’emozione e la lontanaza da casa giocano brutti scherzi. Durante la prova della lepre è nato il mio secondo nipotino e io non ho potuto essere vicino a mia figlia…è stata dura.

Queste invece le sue impressioni sui giudici:

Cracco mi faceva tremare le gambe dalla paura. Barbieri è il mio mito. Per me è stato un onore cucinare con lui. E’ bravissimo ma anche molto umile.

Per Daiana il pronostico sul vincitore sembra essere facile:

Credo che Andrea abbia ‘gli occhi da chef‘. Uno sguardo speciale che gli si accende quando cucina. E poi è bellissimo vedergli maneggiare gli ingredienti: li accarezza. Ma ammiro anche Ivan per la sua sensibilità e Maurizio per la sua genialità, che lo fa sia cadere che volare.

Infine parla di alcuni progetti per il futuro:

Ci sono tante cose in ballo, tra cui un mio libro di ricette: vorrei condividerle con tutti. Poi, tra poco, aprirò un mio sito. Desidero mantenere i contatti con tutti quelli che mi hanno sostenuto per tutto questo tempo. Le persone mi hanno e mi stanno manifestando un affetto incredibile, soprattutto tramite i social network: sono commossa. E stupita. Però il mio sogno è aprire un agriturismo e lavorarci con tutta la mia famiglia allargata. Compresi i nipotini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>