La Fattoria Giorno 5, 13 Marzo 2009: Fabrizio esorta Ciro a reagire alla fame

di Redazione Commenta

Rocco cerca di portare avanti la missione affidatagli dagli autori di sedurre due contadine, e cerca a tal fine di provocare Barbara. Parla  del suo presunto interesse con Riccardo, fingendo spudoratamente. Quest’ultimo pensa che nel momento in cui lui abbia un simile atteggiamento, non sia realmente innamorato della sua donna (Lory Del Santo). Rocco è molto divertito dalla situazione.

Marco spiega a Marianne che non sanno cosa mangiare perchè è rimasto pochissimo cibo. Ciro non vuole più lamentarsi, ma si rende conto che il cibo è poco e non sa come poter andare avanti con questo tipo di situazione. Morena è intenta nei lavori da contadina. Linda parla con Fabrizio di Morena, e pensa che quest’ultima abbia rallentato i ritmi di lavoro e che non abbia una personalità forte in grado di sopportare questo tipo di esperienza. Carla è infastidita dall’atteggiamento aggressivo di  Linda nei confronti di Morena.

Fabrizio nota che anche Ciro non riesce a sostenere fisicamente i ritmi di lavoro. Il ragazzo era la persona che gli piaceva di più, ma sostiene che in questi giorni non ha lavorato, dimostrando di essere un bambino viziato. Fabrizio cerca di esortare Ciro a lavorare, ma quest’ultimo sostiene di avere sonno e che non mangiando, non è in grado di lavorare. Fabrizio pensa che lui debba reagire a questo tipo di situazione attraverso la forza di volontà. Ciro, nonostante tutto, apprezza i consigli che gli vengono dati.

Fabrizio parla con tutti della situazione lavorativa e non concepisce il fatto che i contadini non siano capaci di essere diretti gli uni con gli altri. In studio, Alessandra Mussolini, ed Alessandro Cecchi Paone prendono le difese di Ciro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>